.:: P A S S I O N E

.:: G I O I A

.:: T R A D I Z I O N E

.:: C U L T U R A

La Dieta Alcalina

dieta alcalina -Personal chef Roma - Chef a domicilio RomaLa dieta alcalina, o dieta acido-base è una dieta basata sul consumo con la proporzione 70/30 di alimenti alcalinizzanti-acidificanti. Sono alimenti alcalinizzanti le verdure e la frutta in generale, sono cibi acidificanti alimenti come cereali, latticini, carne e pesce. La dieta indica un consumo di verdure prevalentemente crude pur non escludendone anche la cottura. Il consumo crudo assicura l’integrità di sali minerali e vitamine mentre la cottura consente il rilascio di altre proprietà diversamente non assimilabili. (Fonte: Wikipedia)

Alcuni esponenti come Robert Young sconsigliano il consumo prodotti legati alla grande distribuzione derivati da prodotti come mais, grano. Il mais si presterebbe alla facile formazione di muffe e lieviti. Sempre la grande distribuzione sarebbe la causa di muffe e lieviti in prodotti finali come la pasta e il pane a causa dello stoccaggio per diversi anni del grano prima del suo utilizzo. La scelta dei prodotti andrebbe fatta dunque quando possibile secondo la conoscenza della loro origine. Sono da preferire produzioni e distribuzioni più controllate e verificabili come la filera corta e prodotti biologici.

La dieta alcalina consente un consumo libero di cibi alcalinizzanti senza dunque un limite sulle quantità. Le teorie di Robert Young differiscono nel fatto che una limitazione va fatta anche per tutti quegli alimenti alcalinizzanti contenenti zuccheri come la frutta ad esempio.

La dieta garantirebbe una condizione di alcalinità diffusa sui tessuti corporei impedendo quindi le malattie e rendendo l’individuo più forte all’attacco di batteri e virus. La riduzione dei batteri nel tratto intestinale dovuta all’alimentazione alcalina garantirebbe una maggior efficienza energetica.

La dieta, che indica un consumo in percentuale del 20% di alimenti acidificanti, da delle linee guida sulla scelta di questi ultimi: vanno preferiti il pane integrale, la pasta al grano saraceno è un ottimo sostitutivo della pasta di grano, vanno assolutamente limitati il consumo di carne e latticini in quanto altamente accidificanti; il loro consumo andrebbe affiancato da alimenti alcanizzanti per ridurne l’effetto accidificante. Tra i latticini le preferenze sulla scelta andrebbero verso i prodotti caprini per le proprietà anti micotiche del latte di capra. Il pesce andrebbe preferito alla carne.
La teoria dietro la dieta alcalina si basa sull’equilibrio del nostro pH corporeo, che deve rimanere leggermente alcalino (7.4), di conseguenza i cibi e le bevande che consumiamo devono riflettere questo pH. I composti che contengono calcio, ferro, magnesio, zinco, rame, sono i principali componenti delle ceneri, essendo incombustibili. Secondo Young, il catabolismo brucia gli alimenti in maniera simile, e quindi egli classifica i cibi come alcalini, acidi o neutri a seconda del pH creato dalla soluzione in acqua delle loro ceneri.

Se ogni mattina beviamo due bicchieri di centrifughe di frutta e verdura  assumiamo la raccomandazione giornaliera di questi alimenti senza nessuno sforzo. Inoltre assumendoli crudi e senza nessuna modifica, rinvigoriamo il nostro corpo e le vitamine ci forniscono energie mentali naturali durature. La pelle ne ha un beneficio fondamentale, grazie all’azione che contrasta i radicali liberi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Completa inserendo i numeri mancanti * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

 

 
 
previous next